Feeling strong: weeks 22-23

Week 23 // Settimana 23

Week 23 // Settimana 23

Testo in italiano qui sotto.

In this stage of my pregnancy I must say that I'm fully appreciating every moment. I am realizing that I have an incredible energy and this little creature inside gives me an amazing strength every day!

We recently returned from a yoga and acroyoga-retreat near Oxford, organized by our friend, Rach. And returning to teaching acroyoga gave me even more strength. It makes me feel good. Present, alive,  in a good shape. The first of December our daily acro-calendar began and it was exciting to start pregnant this year! It's a small tradition that gives us a little routine for a month and a small challenge to remind us to find that precious time for what we really love and that makes us feel the spark. During my prenatal yoga course I often thought about how the pregnancy could be for an active person who had acroyoga as a main practice. I have long thought about the rules applied during the lessons as a prenatal yoga teacher: avoid compression, have enough space for the belly [...] and how certain practices such as inversions and dynamic movements and balance were obviously avoided in a classic Vinyasa lesson .

Then I thought about myself, how sad I would have been not to carry on my practice. My first trimester was quite tough and the movements that my body allowed me to do were really limited. But from the 15th week onwards I felt strong and with a powerful energy that brought me back every day on my yoga mat without ever losing a session. For several weeks I have resumed the practice of acroyoga that I have obviously modified. All that is practical to do are positions and transitions that I have been practicing for a long time and I fly (acroyoga) only with Kasper or with someone I know well. I do nothing more than what I did before I became pregnant. I do not act as a base because I have noticed that my pelvis joints are very lubricated and mobile. I love to be upside down as before. I have no problems with gastric reflux, which would be limiting the possible duration of the positions and I continue to practice them. I do not go beyond my usual level of flexibility to prevent Relaxin hormone causing ligament injuries. But paradoxically I have the impression, on the contrary, of being much less flexible than before. Kasper is very careful about the position of his feet in acroyoga and knows where to stop. In all the positions where the abdomen is involved, he helps me and supports. For example in the handstand, I always warm the wrists for at least several minutes and do only 3 attempts with spotter and each of a few seconds. I always end with stretching the wrists. Being attentive, listening to the body of the baby inside is essential.

Of course, I would like to point out that acroyoga is not a discipline to practice in pregnancy unless you have a sufficient and solid experience with a permanent partner. In fact, our advent calendar does not want to celebrate acroyoga as a daily practice for a pregnant woman, but only to celebrate the actions of our everyday life with a practice that we feel safe with and of which I would feel the strong lack of if I abandoned it altogether. Another thing that I love to point out is that my practice does not strive to be a demonstration of the everyday life of a "superwoman" or "super-fit-mum". But rather that I think it is extremely important to remember that being pregnant is not synonymous with being sick and that everything that makes us feel good, healthy and strong must be cultivated preciously every day. I believe that this is the sap that gives immense preparation for childbirth and the new life as a mother.

What I love:

  • Feeling the first movements of the baby exactly on November 25 where I felt the first strong and clear movements, what an emotion!
  • Our acro Christmas calendar!
  • Announcing to the world that I'm carrying a baby
  • The yoga position of the gate (parighasana)
  • Chocolate (vegan chocolate cream)
  • Cooking, kneading, creating
  • Putting order in the house, including my ideas and papers
  • Writing
  • Reading, now officially in a trip of indigenous inca culture "The last curanderos" of Mamani
  • Danish "Hygge" situations, with cushions, hot tea / chocolate etc.
  • Teaching acroyoga
  • Vegan food
  • meditate and have new ideas and achieve them
  • Wool socks
  • Chai Latte with almond milk or I'm crazy about it
  • Christmas decorations
  • The bergamot scent

What I do not particularly like:

  • Sleeping less than 8 hours
  • The ice cold weather
  • Mint tea
  • Having cold feet
  • Having little time
  • To be too sensitive to certain things and to feel infinite sadness at any moment
  • People who smoke near me without asking if it bothers me
  • Sometimes red spots have been appearing on my face during the last a few days, probably due to hormones
  • Taking iron pills. I had to suspend them because of too many issues in my stomach and intestines

Sentirsi forti: settimane 22-23

La foto del 23 Dicembre del nostro Acro Calendario // The photo of the 23rd Dicember of our Acro calendar

La foto del 23 Dicembre del nostro Acro Calendario // The photo of the 23rd Dicember of our Acro calendar

In questo periodo della mia gravidanza devo dire che ne sto apprezzando a pieno ogni momento. Mi rendo conto di avere un'energia incredibile, questa creatura mi dá ogni giorno un'incredibile forza!

Siamo tornati da poco da un ritiro di yoga e acro nei pressi di Oxford organizzato dalla nostra amica Rach, tornare ad insegnare acroyoga mi ha dato ancora piú forza. Mi fa sentire bene. Presente, viva in forma. Il primo di dicembre é iniziato il nostro acro-calendario dell'avvento ed é stato emozionante iniziarlo incinta quest'anno.

É una piccola tradizione che ci porta ad avere una piccola routine per un mese e una piccola sfida per ricordarci di trovare quel preziosissimo tempo per ció che si ama davvero e che ci fa sentire la scintilla. Durante il mio corso di yoga prenatale ho pensato spesso a come potesse essere l'esperienza della gravidanza per una persona attiva che, come pratica principale avesse l'acroyoga. Ho riflettuto a lungo alle regole applicate durante le lezioni come insegnate di yoga prenatale: evitare compressione-avere sufficiente spazio per la pancia [...] e come certe pratiche come inversioni e movimenti dinamici e di equilibrio fossero evitate ovviamente in una classica lezione di Vinyasa.

Poi ho pensato a me, quanto triste sarei stata a non portare avanti la mia pratica. Il mio primo trimestre é stato parecchio tosto e i movimenti che il mio corpo mi permetteva di fare erano davvero limitati. dalla 15esima settimana in poi mi sono sentita forte e ho sentito una forte energia che mi ha riportato ogni giorno sul mio tappetino di yoga senza mai perdere una sessione. Da qualche settimana ho ripreso la pratica di acroyoga che ovviamente ho modificato. Tutto ció che pratico sono posizioni e transizioni che ho praticato da molto tempo e volo solo con Kasper o con chi conosco bene. Non faccio nulla di piú di ció che giá facevo prima di rimanere incinta. Non faccio da base perché ho notato che le mie giunture del bacino sono molto lubrificate e mobili. Amo stare a testa in giú come prima. non ho problemi di reflusso gastrico e quindi limitando la durate delle posizioni, le continuo a praticare. Non vado oltre il mio livello usuale di flessibilitá per evitare che la relaxina causi lesioni ai legamenti. Ma paradossalmente ho l'impressione, al contrario, di essere molto meno flessibile di prima. Kasper é molto attento nella posizione dei suoi piedi e sa dove fermarsi, in tutte le posizioni in cui l'addome é coinvolto, lui mi aiuta e supporta. Ad esempio nelle verticali riscaldo sempre i polsi per almeno 20 minuti e mantengo solo 3 tentativi con spotter e ciasuno di pochi secondi, finisco sempre con stretching ai polsi. Essere attente, in ascolto del corpo della creatura é essenziale.

Tengo ovviamente a precisare che l'acroyoga non é una disciplina da praticare in gravidanza a meno che non si abbia una sufficiente e solida esperienza di anni con un partner fisso. Il nostro calendario dell'avvento infatti quest'anno non vuole celebrare l'acroyoga come pratica di tutti giorni per una donna in dolce attesa, ma solo celebrare gli atti della nostra vita di tutti giorni con una pratica che sentiamo Nostra e di cui sentirei la forte mancanza nel caso l'abbandonassi del tutto. Altra cosa che amo precisare é che la mia pratica non vuole essere una dimostrazione della vita di tutti i giorni di una "superwoman" o "superfitmum", ma credo sia estremamente importante ricordarsi che essere incinta non é sinonimo di essere malate e che tutto ció che ci fa sentire bene, in salute e forti debba essere coltivato preziosamente ogni giorno. Credo che sia questa la linfa che dá una preparazione immensa al parto e alla nuova vita da mamma.

Ció che amo:

  • sentire i primi movimenti della creatura esattamente il 25/11 ho sentito i primi movimenti forti e chiari, che emozione!
  • il nostro acro calendario di Natale!
  • annunciare al mondo che aspettimo un esserino!
  • la posizione del cancello in yoga (parighasana)
  • il cioccolato (la crema di cioccolato vegana)
  • cucinare, impastare, creare
  • mettere ordine in casa, tra le mie idee e fogli
  • scrivere
  • leggere, sono ufficialmente nel trip dei libri sulla cultura indigena inca "Gli ultimi curanderos" di Mamani
  • le situazioni "Hygge" danesi, con candele cuscini, té caldo/cioccolata etc.
  • insegnare acroyoga
  • il cibo vegano
  • meditare ed avere nuove idee e realizzarle
  • le calze di lana
  • Chai latte con latte di mandorle, ne vado matta
  • la lana e le decorazioni di Natale
  • il profumo al bergamotto

Ció che non amo particolarmente:

  • dormire meno di 8 ore
  • il freddo gelido
  • il té alla menta
  • avere i piedi freddi
  • avere poco tempo
  • essere troppo sensibile a certe cose e sentire infinita tristezza da un momento all'altro
  • le persone che fumano vicino a me senza chiedere se da noia
  • a volte appaiono delle macchie rosse sul viso che durano pochi giorni, probabilmente dovute agli ormoni
  • prendere le pillole di ferro, ho dovuto sospenderle per troppo disequilibrio allo stomaco e intestino